Il mio talk su Digital Addiction e Digital Detox a Medioera 2016


Il 15 aprile scorso sono stato invitato a presentare in anteprima il mio nuovo libro sul Digital Detox dal titolo “Offline è bello” a Medioera, il festival della cultura digitale che si tiene ogni anno a Viterbo.

Nel corso del mio talk di mezz’ora, moderato dal bravissimo Mauro Rotelli, ho avuto modo di presentare  tutti gli argomenti presenti nella prima parte del libro: dalle più recenti ricerche sulla digital addiction agli effetti che questa ha su persone e professionisti, evidenziando poi, anche in modo ironico, i suoi dieci segni più ricorrenti.

Nel corso del talk ho inoltre dato particolare evidenza alle prime conclusioni dei recenti studi sulla digital addiction condotti da Manfred Spitzer, che stanno influenzando in modo significativo le policy di gestione delle risorse umane di molte aziende estere.

Il feedback da parte del pubblico è stato molto positivo; tra i complimenti che mi sono giunti per l’originalità di questa trattazione, le parole che mi sono rimaste più impresse sono state queste:

Finalmente qualcuno che ne parla!

Qui sotto trovate le slide del mio intervento.

 

Digital Addiction: i segnali più comuni

Tra i momenti più interessanti del mio talk su digital addiction e digital detox si evidenzia la carrellata dei dieci sintomi più evidenti della digital addiction, che sono spiegati in modo approfondito all’interno del libro e sui quali invito ciascuno di voi a riflettere:

  1. Aggiornamento compulsivo del proprio profilo social;
  2. Pubblicazione costante di contenuti espressivi forti;
  3. Ansia da doppia spunta blu di Whatsapp;
  4. Controllo continuo delle notifiche provenienti dai social;
  5. Lurking con perdita di tempo;
  6. Mancata concentrazione su attività più importanti;
  7. Check dei messaggi mail e dei social anche nel letto, prima di dormire;
  8. Verifica di e-mail e messaggi di lavoro anche fuori dell’orario prestabilito;
  9. Preferire lo schermo dello smartphone alle conversazioni viso a viso nei momenti conviviali;
  10. Restare connessi anche nei momenti intimi.

Se  siete giunti sino alla fine di questo post sul digital detox, meritate un premio: cliccando qui potete accedere a un piccolo questionario di autovalutazione sul vostro livello di Digital Addiction. Non è nulla di scientifico, ma  può essere utile per aiutarvi a riflettere e a farvi le domande giuste sul vostro livello di attaccamento alle tecnologie.